La visita dal nutrizionista è detraibile?

Dichiarazione dei redditi

La risposta è si: le pese sostenute per una visita nutrizionale  sono da comprendersi tra quelle mediche detraibili in quanto prestazione sanitaria.

Lo dichiara l’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Normativa, con Circolare n. 11/E del 21 maggio 2014 ha stabilito che ” … le spese sostenute per visite nutrizionali, con conseguente rilascio di diete alimentari personalizzate, eseguite da biologi, siano detraibili ai sensi dell’art. 15, comma 1 lettera c) del TUIR. Ai fini della detrazione, dal documento di certificazione del corrispettivo rilasciato dal biologo dovranno risultare la specifica attività professionale nella descrizione della prestazione sanitaria resa, mentre non è necessaria la prescrizione medica”.

La visita nutrizionale ha quindi diritto detrazione Irpef del 19% e può essere rimborsata  dal momento in cui compare nella dichiarazione dei redditi.

Il  biologo nutrizionista è infatti  (finalmente!) entrato a far parte delle professioni sanitarie  il cui organo di vigilanza è il Ministero della Salute .

Per usufruire della detrazione della spesa non è richiesta nessuna prescrizione medica poiché il  biologo nutrizionista può operare in autonomia.

Secondo la legge infatti il  biologo nutrizionista può, autonomamente, elaborare:
a) profili nutrizionali al fine di proporre alla persona che ne fa richiesta un miglioramento del suo stato di salute, suggerendo o consigliando integratori alimentari, stabilendone o indicandone anche le modalità di assunzione;
b) diete ottimali individuale, in relazione ad accertate condizioni fisiopatologiche;
c) diete ottimali per mense aziendali, collettività, gruppi sportivi in relazione alle caratteristiche dei soggetti;
 d) diete speciali per particolari accertate condizioni patologiche in ospedali, nosocomi, case

Tuttavia affinchè la spesa sanitaria risulti rimborsabile, devono essere rispettate alcune condizioni:
1. La spesa deve risultare da apposita documentazione (ricevuta, fattura)
2. Le detrazioni possono essere fruite solo se le spese sono a carico di chi le ha sostenute o per i familiari fiscalmente a carico
3. A partire da gennaio 2020 tutte le spese sanitarie per ottenere la detrazione fiscale devono essere sostenute con mezzi tracciabili, tra i quali:
>carte di debito e carte di credito
> carte prepagate
>assegni bancari e circolari
> altri sistemi di pagamenti tracciabili quali bonifici bancari o Pos

detraibilità dichiarazione redditi

NUTRIZIONE FUNZIONALE E DI REGOLAZIONE

Contatti

Bologna
Via Giuseppe Mazzini n°53

Messina
SS113 dir Spartà
Via La Farina n°91

info@melosgrano.it

tel: +39 375 531 6040


MeloSgrano di Enrica Rotondo
P.Iva: 03769761200 | ONB: AA_081365 | Privacy Policy